lunedì 27 dicembre 2010

DESAPARECIDA FOR KLIMT

Che fine ha fatto Paola?
Forse qualcuno di voi se lo sarà chiesto.
In realtà avevo quasi deciso di chiudere il blog ma poi...., vuoi per qualche vecchio amico nostalgico, vuoi perchè in fondo ne ho scritte di cose, e non vale proprio la pena perderle, e poi per tutti i vostri commenti, a cui sono tuttora affezionata.
 Ma è sopravvenuta un'altra passione, un'antica passione: la pittura.
E così mi sono iscritta al corso ed ho ripreso a dipingere.
Klimt è sempre stato uno dei miei pittori preferiti, così anche Kandinski.
In realtà, faccio qualcosa di molto diverso dallo stile di questi pittori, qualcosa di più personale: dipingo in stile impressionistico paesaggi dal vero dalla mia campagna.
Ultimamente, vista la stagione che poco ispira, mi sto dedicando un po' al nudo.
Quando avrò pronta una bella collezione, la pubblicherò anche su qyesto blog.
Saluti a tutti.
A presto.

7 commenti:

TuristadiMestiere ha detto...

mi farà piacere vedere i tuoi lavori, io ho un quadro di kandinsky in camera da letto e klimt è stato un mio modello per la realizzazione di alcuni disegni in pasta di piombo su vetro! :)

Miriam ha detto...

Diciamo che sono le classiche pause di riflessione, perchè chiudere in modo drastico? Penso che sia un sentimento comune a molti blogger....si arriva ad un certo punto e poi ci si chiede: "e ora che faccio? chiudo, mi fermo o riprendo ?"Questo ambiente virtuale risente e viene condizionato dagli stati d'animo, dalle vicende quotidiane, nel bene e nel male rispecchia molto di noi stessi...
Complimenti per la tua passione, anch'io ogni tanto riprendo in mano matite e colori e quest'anno vorrei fare qualcosa, vedremo...
Klimt? é il pittore che adoro ma poi ce ne sono un'altra schiera...bene, bene...non mi resta che augurarti in bocca al lupo per la tua rinnovata creatività e Buone Feste di Natale in ritardo!!!
Bacioni!

Paola D. ha detto...

Grazie a Miriam di non avermi dimenticata e benvenuta alla nuova lettrice.
Penso che a volte si soffra di una sorta di saturazione per cui decidi che non vuoi più pensare a niente e ascoltare niente e così ti dedichi ad altro, per un po', ma poi riprendi le tue vecchie abitudini, per fortuna.
Certo un blog è il modo migliore per far conoscere aspetti di noi che, anche chi ti è stato accanto da una vita nemmeno sospetta.
Auguri a tutti di un....felice, ma si felice, anno nuovo.

Tina ha detto...

Sono una di quelle che si era chiesta "che fine ha fatto Paola?"

Bene, ora leggo e vedo e... non chiudere il blog, quando hai voglia scrivi o mostra i tuoi dipinti. ;-))

Per ora ti mando un abbraccio e un augurio di buon anno che a quanto pare, sarà nuovo non solo per il numero che cambia, ma anche per l'interesse che hai rispolverato.
;-))

Buon pomeriggio Paola

Paola D. ha detto...

Grazie anche a te di non avermi dimenticata,Tina.
Vedo che sono per ora solo le donne che si ricordano di me.
In un certo senso mi fa anche piacere perchè, tra le altre cose, ho scoperto che solidarizzare tra donne è un'esperienza per me nuova
(ci sono solo maschi nella mia famiglia)e che mi permette di riscoprire e valorizzare una femminilità quasi dimenticata.

md ha detto...

cara Paola, buon anno e buona pittura!
eclissarsi per Klimt (in vista di o a causa di) è pur sempre una buona causa, ma fallo senza dimenticare i tuoi compagni di viaggio...

Paola D. ha detto...

@ MD:Grazie e buon anno anche a te.
Ritornerò a leggerti presto
(appena passata la sbornia...)