venerdì 11 dicembre 2009

NATALE

Non ho voglia
di tuffarmi
in un gomitolo
di strade
Ho tanta
stanchezza
sulle spalle
Lasciatemi così
come una
cosa
posata
in un
angolo
e dimenticata
Qui
non si sente
altro
che il caldo buono
Sto
con le quattro
capriole
di fumo
del focolare
Giuseppe Ungaretti
Napoli, 1916

3 commenti:

kinnie51 ha detto...

Negli anni precedenti ho sempre condiviso questa poesia di Ungaretti, sembrandomi oltremodo stressante lo shopping natalizio e il periodo delle feste in genere.
Questo,invece, devo dire che è il primo anno che sento veramente il "Natale".Sarà il primo vantaggio di essere pensionati?

chinonrisica ha detto...

Girovagavo per il tuo blog, cara Paola. Con montagne di pacchetti da fare e molta biancheria da stirare, con la stanchezza per la maratona di approvazione del bilancio comunale e con la spesa ancora da completare. Questa poesia mi è parsa una risposta. Mi sono sentita di scrivere qualcosa. Lo scambio di visite è iniziato, e ne sono lieta.....

Paola ha detto...

@chinonrisica: in genere per blog si va sempre di fretta, per rilassarsi un pò.
Io invece,dato che sono pensionata ed ho un tantino di tempo in più ( quello che mi lasciano i miei figli e mio marito)l'ho preso come un impegno di ricerca e devo dire che sto imparando tante cose.
Grazie della visita e buona serata.