venerdì 18 dicembre 2009

PEGGIO DEI GIOVANI DEGLI ANNI SETTANTA?

Non uso facebook, ma ora, dopo questa affermazione di Schifani, credo che sia una cosa buona.

Io ero una giovane degli anni settanta e penso che abbiamo contribuito non poco al miglioramento della società, specialmente, per quanto mi riguarda, per le conquiste femminili.

4 commenti:

riccardo uccheddu ha detto...

In facebook si trova di tutto: si trovano anche gruppi di sostegno alla mafia, al nazifascismo, a violenza contro certi animali (cani) ecc.
O si elimina TUTTO ciò che può istigare alla violenza, altrimenti è aria fritta.
Repetita iuvant: TUTTO, anche i gruppi che offendono sinistra, meridionali, extracomunitari ecc.
Non possono prendersela solo contro chi, sia pure in modo condannabilissimo, attacca il governo nel suo complesso o certi suoi singoli esponenti.
Gli anni '70... tutti noi che eravamo giovani in quegli anni abbiamo dato il nostro contributo; certo il tuo, per la donna sensibile ed intelligente che sei, deve essere stato grande.
Gli anni '70... comunque, su quel periodo certe persone dovrebbero mettersi d'accordo con sè stesse: hanno criminalizzato un po' tutto, dal '68 appunto ai '70, ed ora rivalutano quel periodo. Mah.
Per me, che come te ed altri c'ero, è stato fondamentale per la crescita sociale e culturale del Paese.
Ciao, Paola!

kinnie51 ha detto...

Grazie Riccardo, ancora una volta ci troviamo in sintonia.Ciao.

Licia Titania ha detto...

Quoto Riccardo Uccheddu. Mi pare di capire che su FB ci siano cose tremende (in mezzo a mole altre deivertenti). Certo qualche critica a Mr B non sarà la cosa peggiore. Quanto agli anni 70, non ci avevo pensato, ma hai ragione tu: la frase fa pensare subito al terrorismo, mentre quel periodo ha portato sicuramente anche a delle conquiste importanti, soprattutto per il ruolo delle donne.

Paola ha detto...

Si, Licia: per me il sessantotto e gli anni a seguire sono stati mitici. Quanto al terrorismo, oggi la violenza viene decisamente condannata, ma in quel periodo costellato da utopie, sembrava la via più breve per realizzarle. A tutt'oggi, però ci sono ancora dei lati oscuri su quegli episodi.